L'agriturismo

 

 Casa Casoni è un'agriturismo a conduzione famigliare situato sulle prime colline dell'Oltrepò Pavese

 

Nell'intento di valorizzare la cucina tipica dell'Oltrepò Pavese; con l'aiuto di chi ha nella sua viva memoria i sapori familiari di piatti forse molte volte dimeticati o solamente accantonati.

  Il nostro menù è preparato con materie prime di qualità; di nostra produzione o acquistate presso aziende agricole della zona.

 

Aperti nel weekend da Marzo a Dicembre, è possibile degustare le nostre proposte culinarie con vista panoramica sui vigneti durante la bella stagione. Offriamo un menù degustazione completo di antipasti composti da salumi tipici dell’Oltrepò e diversi tortini preparati con verdure di stagione, a seguire un bis di primi con pasta fresca fatta in casa; ovviamente non può mancare un buon secondo di carne ed un ottimo dolce, a completare il menù ci pensano i nostri vini; prodotti con cura da mani esperte

 

Un esempio di menù degustazione da noi proposto

 Antipasto composto da salumi tipici della zona e tortini di verdure fatti in casa.

Bis di primi composto da tagliatelle al ragù bianco e gnocchetti alla fonduta di formaggi e spinaci 

Bis di secondi composto da ganassini di maiale al vino rosso e brasato di manzo 

Dolce a scelta tra tiramisù, torta al ciocccolato, strudel di mele

Il menù varia a seconda della stagione

 

Una ricetta tipica di Canneto Pavese

Il Bata Lavar è il caratteristico agnolotto di Canneto Pavese, dal peso di circa 40 grammi e dal diametro di 7 centimetri, che viene servito in brodo. La definizione dialettale di Bata Lavar deriva dalle sue grandi dimensioni (la forma viene data utilizzando come stampo un bicchiere) che lo rendono impossibile da mettere in bocca per intero; quando lo mangia, infatti, “batte sulle labbra”. Nei tempi passati ne venivano serviti 4 per ciascun uomo e capofamiglia mentre alle donne e ai bambini ne spettavano solamente due. 

Ingredienti (per 4 persone): 

Per la pasta: 

• 400 gr. di farina 00 

• 4 uova

• un pizzico di sale 

Per il ripieno: 

• 1/2 kg circa di polpa di manzo 

• 1 cipolla 

• 1 carota 

• 50 gr. di grana 

• chiodi di garofano 

• olio extravergine 

• 2 uova 

• vino rosso secco 

• sale e pepe 

Preparazione: 

Fate rosolare la polpa di manzo con le verdure (sedano, carota, cipolla aromatizzata i con chiodi di garofano) e l’olio extra vergine d’oliva. 

Sfumate con abbondante vino rosso secco e regolate di sale e pepe. 

Il tempo di cottura varia dalle 6 alle 7 ore in base al taglio di carne utilizzato. 

Quando la carne sarà pronta, tritatela e aggiungete il formaggio grana, le uova e il sugo di brasato. 

Nel frattempo preparate la pasta con la farina, le uova e un pizzico di sale. 

Quando il ripieno sarà pronto, tirate la sfoglia sottile e ricavate un numero pari di dischetti con un bicchiere. 

Mettete un po’ di ripieno sulla metà dei dischetti di pasta, coprite con un altro strato di pasta e chiudete con i rimanenti dischi di pasta premendo bene i bordi per far uscire eventuale aria per farli aderire.

Cuoceteli in abbondante brodo di gallina per 7-8 minuti. Versate in una zuppiera e servite.